Blog

Home/Blog/

#PeopleOfTursi: il grande puzzle della comunità tursitana

#PeopleOfTursi

Per la realizzazione del progetto “Basilicata Calling – Un legame personale con l’Italia rurale” il collettivo Happy Place sta esplorando il borgo di Tursi (qua un articolo sul loro viaggio) e in breve tempo i suoi abitanti, la socialità, la voglia di stare insieme sono diventati il centro della loro ricerca.

Proprio per celebrare la comunità del borgo, in collaborazione con Casa Netural e Tursi Digital Nomads, Happy Place ha lanciato l’hashtag #PeopleOfTursiun archivio digitale delle persone che compongono il grande puzzle dei tursitani: quelli che vivono nel paese, quelli che sono originari ma vivono altrove, quelli che sono stati nel cuore della comunità ma non ci sono più, i nomadi digitali e i remote worker e tutti coloro che anche se residenti in paese per poco tempo si sentono di Tursi. 

Un progetto aperto, un gioco, in cui ogni persona può sentirsi protagonista attraverso lo scatto o la raccolta di un’ immagine e la successiva pubblicazione della foto che racconta la persona, la sua storia connessa a Tursi, alla propria famiglia, al territorio e al proprio senso di appartenenza. 

Un living museum digitale che prende vita grazie alla partecipazione della comunità.

Tutti possono partecipare!

Per farlo basta condividere su Instagram: immagini, video, stories, reel, utilizzando l’hashtag #PeopleOfTursi. (altro…)

Basilicata Calling: l'Italia rurale e la felicità dello stare insieme

E’ passata poco più di una settimana dall’inizio di “Comunità Creative”, il programma di residenza di co-creazione euromediterranea – In memoria di David Sassoli ideato da Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Open Design School, e il progetto Basilicata Calling (di cui vi abbiamo parlato in questo articolo) ha già fatto passi da gigante.

Lucia, Emanuele, Alexander e Umberto (il collettivo Happy Place in foto), giunti nel piccolo paese di Tursi (MT) dalla Germania per creare un percorso digitale rivolto a telelavoratori europei ed expat italiani per connetterli con la cultura dell’Italia rurale, sono stati accolti dalla comunità locale con grande entusiasmo, ed hanno iniziato da subito a mappare il patrimonio materiale ed immateriale del borgo.

Di giorno lavorano nello spazio di coworking gestito dall’Associazione Tursi Digital Nomads, che ha avviato in paese un bellissimo progetto di accoglienza per nomadi digitali, e li supporta anche nell’organizzazione di incontri con i cittadini, il pomeriggio esplorano i vicoli di Tursi alla scoperta dei suoi abitanti e delle sue storie. 

Mercoledì 9 novembre, in particolare, presso la sala consiliare del Comune di Tursi si è tenuto un primo incontro aperto ai cittadini per iniziare il processo di co-creazione che porterà allo sviluppo del progetto artistico. All’incontro, al quale eravamo presenti anche noi di Casa Netural per affiancare il collettivo Happy Place, hanno partecipato molti membri della comunità tra cui il Sindaco e vari rappresentanti delle associazioni locali, e come spesso accade in questi casi, l’esito dell’incontro è stato incredibile. 

Il team di Happy Place ha invitato i cittadini ad aprire il proprio “cassetto dei ricordi”. Un tuffo nel passato – così lo ha definito Umberto, responsabile del collettivo – per capire meglio il presente e affrontare con coraggio il futuro. Sono emerse in questo modo una miriade di storie di infanzia, di amori e di amicizia, storie di un borgo insomma che non vuole perdere la propria memoria.  (altro…)

10° compleanno Casa Netural - album fotografico

Alcuni scatti dal nostro decimo compleanno!

Un album che racconta la nostra evoluzione, come associazione ma soprattutto come comunità.
In questi dieci anni abbiamo fatto tanta strada, e condividendo competenze e sogni sono nati tanti progetti, amicizie, e tante nuove famiglie.

Partiti dalla nostra prima sede, vicino a casa della signora Maria, abbiamo proseguito la festa ad Agoragri, il nostro amato parco urbano, e alla sera ci siamo incontrati nella nostra nuova casa, cercata, arredata e vissuta giorno dopo giorno insieme ai membri della nostra grande community.

A festeggiare con noi nomadi digitali e cittadini locali, le signore storiche del quartiere e con nostra immensa felicità anche tanti bambini, insomma una vera e propria comunità multietnica, multiculturale e multigenerazionale.

Ancora grazie di cuore a tutti !

(altro…)

Basilicata Calling: una nuova residenza artistica a Tursi

Lunedì 7 novembre ad Hubout (spazio di coworking e laboratorio per l’innovazione sociale del Comune di Matera) siamo stati ospiti della Fondazione Matera-Basilicata 2019 e di Open Design School per la partenza ufficiale del progetto “Comunità Creative”, Programma di residenza di co-creazione euromediterranea – In memoria di David Sassoli

Comunità Creative, il bando

Lanciato il 26 giugno scorso, il bando promosso da Fondazione Matera Basilicata 2019 e Open Design School ha visto la selezione di quattro gruppi creativi da tutta Europa che, nel corso di una residenza artistica di tre settimane, dal 7 al 27 novembre 2022, in Basilicata, svilupperanno progetti artistici “attraverso un processo di co-creazione con la comunità e le imprese creative e culturali locali”.

Questi gli elementi comuni dei progetti creativi che saranno sviluppati:

  • Attivare le comunità;
  • Lasciare il segno sul territorio;
  • Arte come strumento per cambiare la percezione delle aree rurali;
  • Produzione culturale al servizio del beneficio sociale.

comunità creative - david sassoli

Le comunità ospitanti e i progetti creativi

Presenti all’incontro di ieri, oltre ai giovani creativi selezionati dal bando, i sindaci e le organizzazioni creative e culturali dei comuni ospitanti e le realtà della scena creativa lucana (già Project Leader coproduttrici di Matera 2019) che favoriranno il processo di co-creazione con le comunità, tra cui Casa Netural, che da anni lavora su progetti di rigenerazione ed innovazione sociale nelle aree rurali.

Forenza, Rionero in Vulture, Stigliano e Tursi i quattro comuni lucani selezionati dalla commissione per ospitare le residenze. (altro…)

Coliving in Italy: merging work and holidays

Dopo essere tornati a casa, in seguito ad un bellissimo viaggio a piedi alla scoperta della Basilicata, abbiamo avuto il piacere di ospitare nuovi amici da tutto il mondo.

Nel mese di settembre infatti a Casa Netural sono arrivati Francisca, Daniel, Ariana e per la seconda volta in questi ultimi anni anche Amaia (che bella sorpresa!).

Kika e Daniel, una nuova vita da nomadi digitali

Francisca, o come la chiamiamo noi amichevolmente, Kika, è una customer success manager (remote worker per remote https://remote.com/) nata e cresciuta a Porto, in Portogallo. La sua vita da nomade digitale è iniziata a Madeira, dove ha conosciuto altre persone che condicevano questo stile di vita, per poi proseguire in Spagna, presso il coliving Sende. Arrivata in Italia per le sue vacanze nel mese di agosto, era alla ricerca di un luogo in cui riprendere a lavorare e al tempo stesso incontrare altre persone che come lei lavorassero da remoto lungo i loro viaggi, ed è così che è approdata a Casa Netural.

francisca cruz

Daniel invece ci ha raggiunti dalla Germania, dove lavora come app desinger per una insurance startup. La sua compagnia ha da poco confermato agli impiegati la possibilità di lavorare da remoto da altri paesi dell’EU e lui ha colto l’occasione per vivere un po’ in Italia, incontrando altri professionisti e cercando nuove ispirazioni, ma al tempo stesso visitare una città come Matera immergendosi nella natura che la circonda.

Con loro abbiamo vissuto poco tempo, ma la sinergia è stata davvero grandissima e dopo il lavoro abbiamo avuto il piacere di assaggiare uno dei migliori Panzerotti della città. Se vi piace sperimentare nuovi cibi, non dovete perdervelo! (altro…)

Ottobre 28th, 2022|Categories: Casa Netural, Coliving|0 Comments

Casa Netural, 10 anni di innovazione sociale

Il 22 ottobre a Matera, si festeggerà il 10° anniversario della nascita di Casa Netural, associazione, casa e comunità dell’innovazione sociale nel cuore del Mediterraneo.

Nata in una tipica piccola casa dei Sassi a due passi dalla Cattedrale di Matera, in questi dieci anni Casa Netural ha percorso tantissima strada, sviluppando numerosi progetti innovativi, abilitando la comunità a realizzare i propri sogni professionali, condividendo saperi ed opportunità e contribuendo di fatto a diffondere una nuova cultura del lavoro, della sostenibilità e del vivere collaborativo.

Casa Netural, dieci anni di innovazione sociale

Molti dei temi nati e sviluppati dall’associazione sono oggi un vero e proprio trend a livello mondiale: il coliving, i nomadi digitali, lo smartworking e la valorizzazione dei borghi.

La genesi di Casa Netural

Quando nel lontano 2012, Andrea Paoletti, architetto originario di Biella, e Mariella Stella, materana con la passione per l’attivazione civica, decisero di creare a Matera il primo spazio di networking rurale nel mondo (da cui il termine “Netural”), il coworking, modello di ufficio basato sulla condivisione era un modello di lavoro quasi sconosciuto. (altro…)

Coliving Italy, the phenomenon is growing

Era il lontano 2012 quando a Matera lanciammo il nostro progetto di coliving rurale (ben 10 anni fa).

Nato con l’obiettivo di generare un nuovo impatto sociale nel Sud Italia, attraverso la promozione di incontri ispirazionali e scambi di visioni tra ospiti internazionali e la comunità locale, ben presto è diventato uno dei progetti più importanti della nostra associazione, generando amicizie e connessioni a livello mondiale nonché evoluzione continua per i nostri associati.

coliving italy - casa netural

In questi 10 anni di attività, abbiamo avuto il piacere di ospitare a Matera persone da tutto il mondo: innovatori sociali, turisti curiosi, e negli ultimi anni soprattutto nomadi digitali o in generale persone che lavorando da remoto hanno la possibilità di viaggiare e lavorare dal luogo che preferiscono.

Volendo soffermarci in particolare su questi ultimi ospiti, la cosa più affascinante è che spesso, ciò che li attrae a Matera non è tanto la città in sé, quanto la possibilità di vivere in un luogo come Casa Netural che permetta loro di lavorare comodamente ai propri progetti e al tempo stesso di condividere momenti sociali ed esperienze insieme alla comunità e agli altri professionisti ospiti della nostra casa.
Oggigiorno, infatti, sono sempre di più i cosiddetti nomadi digitali che accostano alla possibilità di lavorare da remoto con il proprio notebook uno stile di vita nomade, viaggiando ed immergendosi in comunità differenti come veri e propri abitanti temporanei del luogo.

E sono sempre di più anche gli spazi di coliving. (altro…)

Viaggio nella Piccola Italia, progetti e storie di vita dalle aree interne

Anche questa estate, come ogni anno da ormai 9 anni, ci siamo avventurati alla scoperta delle aree interne della Piccola Italia. Insieme a noi 15 camminatori da tutto lo stivale, che, desiderosi di fare un viaggio diverso, si sono uniti alla nostra camminata antropologica e, dalla piccola frazione di Pierno, in Basilicata, hanno camminato al nostro fianco fino a raggiungere Calitri, in Campania.

Nata come alternativa al turismo mordi e fuggi, e progetto di valorizzazione territoriale (ogni itinerario è sviluppato attivando e coinvolgendo i cittadini e le comunità locali), quello che abbiamo vissuto durante questa ultima Netural Walk è carico di dettagli che vale la pena raccontare.

Ogni paese che abbiamo attraversato, con le sue valli e i suoi boschi, le sue montagne e la sua storia, ci ha regalato qualcosa di indimenticabile. Ma, come sempre accade durante i nostri viaggi antropologici, la cosa più sorprendente sono state le persone.

netural walk 2022 - badia di santa maria, località pierno, potenza

Dalle persone più anziane che conservano dentro di loro le memorie e le tradizioni di un’Italia che non c’è più, e di cui a poco a poco si perde il ricordo, a quelle più giovani, che con i loro progetti e la loro voglia di fare rappresentano per noi un elemento di studio per immaginare il ripopolamento di queste aree.

Camminando in punta di scarponcino nei borghi di San Fele, Muro Lucano, Castelgrande, Pescopagano e Calitri, abbiamo incrociato storie uniche che non vediamo l’ora di raccontarvi in modo più approfondito. Come quella di Chiara Ponte, che a Muro Lucano ha fondato un’associazione tramite cui promuove le tradizioni culturali locali con particolare attenzione alla figura della donna e alla questione giovanile/femminile, Joy e Vito dell’ Associazione Galatea, che sempre a Muro Lucano lavorano ogni giorno per rivalutare il paesaggio che circonda il borgo attraverso escursioni di archeologia industriale e attività culturali. (altro…)

In partenza la seconda edizione di Prime Minister Basilicata

In Basilicata sta per iniziare la seconda edizione di Prime Minister, la Scuola di Politica per Giovani Donne.

Come partner del progetto, Casa Netural è felice di annunciare che il 15 settembre alle 18.00, presso il Museo Ridola di Matera, si terrà un’anteprima dei temi e dei contenuti del nuovo anno accademico. Argomento del giorno saranno il tema della rete e lo sfruttamento attivato dalla tecnologia, con la presentazione del saggio di Lilia Giugni, La rete non ci salverà, perché la rivoluzione digitale è sessista (e come resistere) edito da Longanesi.

prime minister, la rete non ci salverà, lilia giugni

Il saggio

Costruito su oltre cinque anni di ricerche e impegno femminista, La rete non ci salverà offre uno sguardo inedito, attualissimo e appassionato sulla rivoluzione digitale, e sul suo intreccio con ingiustizie economiche e di genere. (altro…)

Coliving, the way digital nomads and remote workers enjoy Matera and Basilicata

Era il lontano 2012 quando a Matera lanciammo il progetto coliving, per ospitare in città persone da tutto il mondo e creare ogni giorno incontri generativi tra la comunità locale e innovatori sociali, nomadi digitali e viaggiatori curiosi.

Da quel giorno abbiamo avuto il piacere di ospitare ogni mese tantissime persone uniche e condividere con loro, oltre a momenti di lavoro in coworking, anche competenze, pranzi, cene, esplorazioni e visioni.

coliving italy, casa netural, matera

Il mese di agosto, a proposito di incontri e condivisione, è stato veramente indimenticabile.

Dalla Polonia abbiamo avuto il piacere di accogliere Michal, giovane sviluppatore di software e grande viaggiatore, che ha scelto di vivere a Casa Netural per ben due mesi, in modo da immergersi completamente insieme alla nostra comunità nella cultura mediterranea della Basilicata. Di giorno ha lavorato al suo notebook nel nostro ufficio condiviso, connesso con persone a chilometri di distanza, la sera è uscito con il resto degli ospiti della nostra casa per frequentare i luoghi vissuti dai Materani, dal birrificio alla palestra.

Helen, appassionata di letteratura, arte, natura, filosofia, esplorazioni e avventure, è arrivata a Casa Netural per staccare dalla sua routine quotidiana ed esplorare nuovi contesti sociali e umani, essenziali per potersi rigenerare.

Alexia, responsabile logistica che lavora completamente da remoto, è approdata da noi dopo aver effettuato una ricerca sui coliving migliori di tutta Europa, attirata dalla possibilità di incontrare altri professionisti in viaggio come lei. (altro…)