Incubatore Netural: il percorso di Carlotta Vitale di Gommalacca Teatro

Home/Incubatore Netural, varie/Incubatore Netural: il percorso di Carlotta Vitale di Gommalacca Teatro

Incubatore Netural: il percorso di Carlotta Vitale di Gommalacca Teatro

Carlotta è attrice e formatrice teatrale, e ha fondato a Potenza la compagnia teatrale Gommalacca Teatro. Pochi giorni fa ha partecipato al nostro Incubatore Netural e Samuele l’ha intervistata per conoscere il suo percorso.
Carlotta vitale incubatore netural gommalacca teatro
Samuele:Ciao Carlotta, ci racconti chi sei?
Carlotta: Ciao Samuele, mi chiamo Carlotta Vitale, ho studiato per diventare attrice e formatrice teatrale, e mi sono realizzata professionalmente quando grazie al teatro ho potuto costruire un percorso artistico condiviso. Ho co-fondato, infatti, in Basilicata a Potenza, la compagnia di cui curo la direzione artistica: Gommalacca Teatro. Insieme a Mimmo Conte co-fondatore attore e regista abbiamo costruito la nostra impresa culturale, credendo nel teatro come strumento capace di costruire relazioni tra gli esseri umani.

Samuele: Perché hai deciso di partecipare all’incubatore Netural? Quale progetto stai sviluppando?
Carlotta: Sembra un paradosso, ma scegliere di fare della tua passione un lavoro, non significa necessariamente avere il tempo sufficente per nutrirla. L’incubatore Netural è stato uno strumento potentissimo per “prendere una pausa” e focalizzare un bisogno. Nella nostra compagnia abbiamo sviluppato un nostro metodo di approccio formativo e di co-creazione. Vorrei poter raccontare l’esperienza di questo viaggio tra il teatro e i paesaggi geografici e umani che abbiamo incontrato, in un libro-atlante.
Samuele: Raccontaci il tuo percorso di tre giorni. Cosa hai fatto?
Carlotta: Nel lavoro e soprattutto nella formazione con il teatro siamo sempre “spostati” sull’altro per proporgli una strada, o per offrigli un campo magnetico di stimoli. Mi è servito invece che qualcuno fosse come con una lente di ingrandimento solo su di me. In tre giorni Andrea mi ha condotta verso l’obiettivo, liberando la strada da molti ingombri, intervenendo su alcuni aspetti gestionali rispetto alla mia funzione nella compagnia, integrando con veri indirizzi futuri di sviluppo dell’impresa.
Tutto il processo è alla fine confluito nella visualizzazione di questo libro che ho scoperto fosse molto più organico e necessario sia a me che a Gommalacca.
Samuele: Cosa farai adesso? Quali saranno i tuoi prossimi passi?
Carlotta: Ho avuto un bel po’ di compiti a casa, e il mio prossimo passo sarà continuare a lavorare per alimentare tutte le strade che si sono aperte.
Samuele: L’ Incubatore Netural non si paga in denaro, ma con uno scambio. Tu cosa proporrai a Casa Netural in cambio del percorso svolto?
Carlotta: Lo “Scambio” ha a che vedere con un senso di compensazione, di relazione riconosciuta, del peso di un’ azione nella vita delle persone.  Dobbiamo ancora delineare le modalità dello scambio, ma di certo scambieremo con questo ricco percorso vissuto nell’incubatore il nostro modo di portare in scena le storie.
Se anche voi volete sviluppare il vostro progetto o la vostra impresa culturale contattateci!
Tutte le informazioni per partecipare all’Incubatore Netural sono sul nostro sito www.benetural.com/incubatore

La porta di Casa Netural è aperta.
Vi aspettiamo. 

\\

L’incubatore Netural (http://www.benetural.com/incubatore) è l’evoluzione del precedente incubatore di sogni.
Da sempre, infatti, Casa Netural offre vari strumenti per dare forma ai propri sogni; dal 2014 ha permesso lo sviluppo e la sperimentazione di 26 progetti di impresa.
Adesso grazie al sostegno di Funder 35Fondazione con il Sud, e alla partnership con Idlab, studio di design strategico, il progetto è stato potenziato evolvendo nell’Incubatore Netural, per aiutare a prototipare idee culturali e creative in cambio di competenze, servizi e attività.

Leave A Comment

Compila l\'espressione prima di inviare: *