capitale europea della cultura

Home/Tag: capitale europea della cultura

Netural Coop: Matera 2019, il turismo di comunità crea sviluppo

Si è svolto a Matera, nell’ambito dell’evento internazionale “All Routes Lead to Rome”, il seminario “Matera 2019, comunità capitale europeo” promosso da Netural Coop.

Netural Coop _Matera 2019 Comunità Capitale Europea

Grazie ai rappresentanti di Airbnb, Banca Prossima, Fondazione Matera-Basilicata2019, Wonder Grottole e Casa Netural, il seminario, moderato dalla giornalista Antonella Ciervo, è stata l’occasione per parlare di nuove forme di accoglienza sostenibile, partecipata, aperta, autentica, in cui le comunità sono le protagoniste principali, in grado di ricollegare le persone ai loro territori, alle loro storie e alle loro vite.

“Il turismo deve creare una interazione attiva con la comunità locale per generare economia sostenibile per tutto il territorio.” ha dichiarato Mariella Stella, rappresentante di Netural Coop e co-fondatrice di Casa Netural. (altro…)

Mammamiaaa Day Europe 24 novembre 2018

Creare una connessione sempre più forte tra la Basilicata e tutta Europa è uno degli obiettivi principali del programma culturale di Matera 2019, Capitale Europea della Cultura.

Il 24 novembre 2018 proprio per celebrare questa visione si terrà un Mammamiaaa Day Europe, un evento speciale che coinvolgerà le famiglie di tutta Europa.  

mammamiaaa day europe

Mammamiaaa è uno dei progetti di Matera 2019, realizzato in coproduzione dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 e Casa Netural. Una celebrazione del cibo e delle relazioni con cui le comunità consumano, producono, preservano il cibo nella loro vita quotidiana. Racconta di connessioni con i territori e crea un ponte tra le generazioni.

Molte persone hanno già partecipato in tutta Italia entrando a far parte della grande community di Mammamiaaa condividendo storie di famiglia e ricette dalle proprie case. Il 24 novembre in occasione della giornata del vicinato nella città di Leeuwarden, che vedrà i cittadini Olandesi ospitare nelle proprie case i rappresentanti delle varie Capitali Europee della Cultura , il progetto verrà lanciato ufficialmente a livello Europeo con un Mammamiaaa Day Europe.

Da tutta Europa chiunque potrà partecipare al progetto, condividendo una ricetta di famiglia e una storia legata ad essa. 

(altro…)

John Thackara e Mammamiaaa a Terra Madre, Salone del Gusto

Il 22 settembre 2018 alle ore 18:00 a Torino, in occasione di Terra Madre Salone del Gusto, uno dei più grandi eventi internazionali dedicato al cibo e alle comunità, lo scrittore e teorico del design John Thackara terrà un talk per illustrare come il design possa creare soluzioni per consumare meno, condividere le risorse e migliorare la qualità della vita.

A servizio dei sistemi locali: dalle transizioni alle connessioni.
Ingresso libero fino a esaurimento posti.

john thackara

Da sempre impegnato a risolvere in modo creativo problemi come la contaminazione del suolo, lo spreco, la perdita di biodiversità, la distribuzione del cibo, John Thackara racconterà i suoi ultimi progetti e come la cultura e le nuove connessioni sociali siano la base per il cambiamento.

La cultura per John Thackara svolge un ruolo chiave nel ricordarci che il cibo riguarda le relazioni, non solo il mero sostentamento, ed è un potente motore di riconnessione con la terra, tra le persone e tra le generazioni.

A questo proposito Thackara illustrerà al pubblico Mammamiaaa, progetto coprodotto da Matera 2019, Capitale Europea della Cultura, e Casa Netural, che celebra il cibo e le relazioni che crea tra le persone e le comunità.

mammamiaaa

“Mammamiaaa celebra il cibo e le relazioni che crea tra le persone: vogliamo organizzare migliaia di cene a Matera e in tutta Europa per raccontare le storie e la cultura culinaria di migliaia di famiglie, per poi condividerle in tutta Europa e conservarle in un archivio online. Inoltre, creeremo un orto come eredità a lungo termine del progetto.

Stiamo anche creando una piattaforma per coloro che chiamiamo “social food curators” ossia persone che partecipano all’ideazione di progetti alimentari con cittadini locali. In questo momento, i produttori di cibo sociale sono sparpagliati e non connessi. La piattaforma agevolerà il lavoro dei curator, portandolo in posti nuovi e con nuovi partner”

Un appuntamento assolutamente da non perdere.

A Matera una preview del progetto Mammamiaaa !

Si è svolta il 24 febbraio a Matera una preview di Mammamiaaa , uno dei 27 progetti del programma culturale di Matera 2019. www.mammamiaaa.it

mamma mia matera 2019 mammamiaaa

Il progetto, coordinato da Casa Netural (www.benetural.com) , parte dall’idea di cibo come catalizzatore di identità culturale e si svilupperà attraverso una serie di cene, in Italia e nel resto d’Europa, in cui le famiglie partecipanti condivideranno le proprie storie attraverso il cibo e la cucina, condividendo il proprio racconto con familiari ed estranei. Una grande celebrazione del ruolo della mamma (e non solo) nella cultura materiale.   (altro…)

Casa Netural e #CoMatera2019: workshop n.4

Un’altra tappa del percorso di co-creazione è stata raggiunta con successo!

Lunedì 25 e martedì 26 settembre, noi di Casa Netural siamo stati alla Fondazione Sassi, per il quarto workshop del percorso di co-creazione, insieme agli altri Project Leader scelti dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 per disegnare e per realizzare insieme 20 degli oltre 50 progetti del dossier vincente.

workshop cocreazione a matera
Tanti e tutti importanti i temi trattati in questo percorso: dimensione europea, dimensione artistica, management, produzione di output per un pubblico e sostenibilità delle produzioni.

Temi affrontati e discussi con un lavoro condiviso di approfondimento e di confronto.

Un tipo di lavoro che qui a Casa Netural ci piace tanto! Perchè ogni giorno, con le nostre attività e i nostri progetti, facciamo della condivisione di idee, di esperienze e di abilità, un metodo in continua sperimentazione ed evoluzione. (altro…)

Le città collaborative lanciano da Roma la Sharing School di Matera

La sharing economy sta crescendo più velocemente che mai e sta diventando un tema di politica pubblica molto caldo negli ultimi mesi, anche grazie a eventi come Sharitaly. Per questa ragione, Casa Netural,CollaboriamoRENA e LabGov hanno deciso di lanciare la Sharing School. Grazie alla collaborazione tra questi soggetti e partner come  OuiShareAvanzi e Societing,  la scuola potrà ospitare professionisti altamente qualificati e innovatori di grande esperienza. Neal Gorenflo, co-founder di Shareable, sarà ospite della scuola per tutta la durata dell’iniziativa.

1501784_531456620324802_4532970841622667651_n

La scuola si terrà a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019 , dal 23 al 26 gennaio 2015. Quattro giorni di full immersion basati sull’approccio “learning by doing”, che mirano a formare i partecipanti sui temi e le pratiche della sharing economy. La possibilità di sperimentare la collaborazione tra i partecipanti è la caratteristica principale della scuola. Attraverso la partecipazione attiva, la cooperazione, l’inclusione e un forte background teorico, il programma mira ad analizzare i trend più recenti e le best practices della sharing economy per fornire gli strumenti necessari per progettare e gestire servizi e beni di comunità attraverso schemi di condivisione e collaborazione.

(altro…)

Cultura versus petrolio

Non è passato molto tempo da quel fatidico Venerdì 17 Ottobre, quando il Ministro Franceschini ha annunciato, a nome della commissione giudicante europea, che Matera era la città italiana designata a ricoprire l’ambito ruolo di Capitale Europea della Cultura per il 2019. Un risultato straordinario, frutto del lavoro di un’intera comunità, quella lucana, che attorno ai temi della candidatura ha saputo ritrovare coesione ed unità di intenti, cosa tutt’altro che semplice alle nostre latitudini.

Tutto lo scenario creativo lucano (che annovera tra le sue fila numerose partite iva, un sensibile numero di lavoratori ed un considerevole volume di affari) rappresentato da enti profit e non profit (associazioni, imprese culturali, etc.) è stato parte integrante di questo percorso verso un open future che non dobbiamo più subire, ma che noi stessi intendiamo realizzare.

Il governo ha poi ratificato l’indicazione della commissione, premiando l’idea di un modello economico costruito sulla cultura: cultura come ricerca di un nuovo modo di essere comunità, di essere abitanti culturali, in armonia con lo spazio nel quale operiamo.

Purtroppo, negli stessi giorni, il governo sta tragicamente investendo, dando segno di un’evidente dissociazione, su un’idea vecchia di sfruttamento di questo nostro territorio, ricorrendo al petrolio: con il D.L. n. 133 del 12 settembre 2014 cd. Sblocca Italia di fatto si liberalizza sull’intero territorio lucano, mare incluso, la sua estrazione avocando al Governo i poteri autorizzativi delle stesse, senza che le regioni possano esercitare le prerogative sancite dalla Costituzione.

In pratica, se il decreto sarà convertito in legge di qui a poco la Basilicata sarà trivellata in lungo e largo e la ricerca e l’estrazione del petrolio lucano godrà di procedure accelerate e semplificate gestite direttamente a livello ministeriale.

Nel dossier di candidatura ci sono i nostri progetti, dietro ogni singolo progetto c’è il sogno di vivere in una Regione che si è già incamminata in direzione di uno sviluppo sostenibile nel quale la cultura diventi scintilla per riaccendere le nostre terre attraverso l’agroalimentare, l’artigianato, la ripresa di piccole imprese, il turismo, valorizzando vecchi e nuovi saperi e attraendo in regione idee, talenti, investimenti e comunità di innovazione e di pensiero da tutto il mondo.

Tutto questo per essere un modello diverso di sviluppo per il Sud, l’Italia e l’Europa.

Non si può contemporaneamente investire sulla cultura e poi sfregiare quello spazio entro cui operare: sembra chiaro che un modello di sviluppo che basa il presente e il futuro di queste terre su un percorso incerto, potenzialmente dannoso e a breve termine (si veda al riguardo il sito web unmig.sviluppoeconomico.gov.it), non ha potuto e non potrà generare modelli alternativi ed innovativi di economie virtuose, quali invece potrebbero nascere anche dal nostro lavoro, dai nostri sogni e da quelli dell’intera comunità lucana che, raccogliendo la sfida di Matera 2019, ha fortemente scommesso sulla loro realizzazione.

Per questo motivo chiediamo che la classe politica regionale, peraltro parte della storia di Matera 2019, compia i passi necessari (impugnare la legittimità del suddetto decreto o la eventuale legge di conversione davanti alla Corte Costituzionale sarebbe una risposta concreta ed efficace nell’immediato!) per farsi promotrice di un’idea diversa di crescita basata sulla comprensione profonda delle specifiche vocazioni territoriali, sulla cura del territorio e sulla fiducia e supporto nelle realtà che lavorano nell’ambito dei Beni Culturali e Socio-sanitari.

Agoraut – Lagonegro; AID – Matera; AIL – Matera; AIPD Onlus – Matera; Al Parco, rivista dei Parchi di Basilicata; Allelammie – Pisticci; Amici del Parco della Murgia Materana – Matera; Amici del Cuore – Matera; ANMIC – Matera; APD – Matera; Arteria – Matera; AISM – Matera; ASD La Fenice – Matera; Associazione Basilicata Mozambico; Associazione Materana Salute Mentale; AVIS – Matera; BRIO – Matera; Casa Netural – Matera; Centro Studi Yoga e Meditazione Al Jalil – Matera; Cecilia, centro per la creatività – Tito; Centro Tilt – Marconia; Centro antiviolenza – Policoro; Cinefabrica – Matera; Coop. Synchronos – Matera; CooperAttiva soc. coop. – Montescaglioso; Culture Lucane Soc. Coop. – Matera; DIVA – Matera; DolceMente – Matera; Euro-net – Potenza; ENS – Matera; Ensemble Teatro Instabile – Montalbano J.; Faber s.r.l. – Matera; Fare Strada – Matera; Federconsumatori – Matera; FIDAS Basilicata; Genitori H24 – Matera; GILS Onlus – Matera; Gli Artisti della Bellezza – Bernalda; Globus Onlus – Bernalda; Gommalacca Teatro – Potenza; IAC centro arti integrate – Matera; Ipogea Soc. Coop. – Matera; Il Querceto – Marsicovetere; La Mandragola Teatro – Villa D’Agri; LiberMedia – Matera; Lucania Film Festival; Lucanima – Potenza; Lucani in Perù; Materacea s.r.l.; Materahub; Matera Sports Academy; Matera International FICTS Festival; Minerva Scienza – Matera; MOM – Mamme materane all’opera; Murgiamadre Soc. Coop.- Matera; Namavista – Pisticci; Network BasilicataCinema; Noeltan Srl – Potenza; Officine Frida – Matera; Onyx Jazz Club – Matera; Phonetica – Cassano Murge(BA); Potenza Film Festival; Ragnatela Folk – Matera; Respirare Sinapsi – Oppido L.; Rete Cinema Basilicata; SassieMurgia – Matera; Sporting Club Disable Onlus – Matera; SUD “Gigi Giannotti” – Nova Siri; Terre Joniche; UISP – Matera; UNIVOC – Grassano; Women’s Fiction Festival; Vulcanica – Rionero in Vulture; Zer0971 – Potenza;