collaborazione

Home/Tag: collaborazione

A Casa Netural lo sportello che si prende cura di lavoro e immigrazione

Siamo sempre più felici delle sinergie che stanno nascendo a Casa Netural con le numerose realtà locali che operano sul territorio. Si immaginano assieme nuovi servizi per la comunità, si studia in che modo costruire progetti che siano sempre più “a misura” di territorio e si mettono in rete le competenze di ognuna delle realtà coinvolte.

Grazie all’incontro con l’Associazione Mondo Nuovo, da sabato 7 novembre e a sabati alterni, dalle 9.30 alle 11.30, sarà possibile accedere gratuitamente, a Casa Netural, allo  “Sportello lavoro, immigrazione e diritti per un Mondo Nuovo” .

Lo Sportello, gestito dall’Associazione Mondo Nuovo, ha l’obiettivo di fornire aiuto concreto, tangibile ed immediato, attraverso un servizio di consulenza gratuito a favore di tutti gli associati Casa Netural e degli esterni all’associazione che ne avranno necessità.

(altro…)

Mamme a lavoro: nasce il Co-working delle mamme!

Ad ottobre 2014 nasce a Casa Netural il Co-working delle mamme. 10592688_747291375330491_6569393185274725761_n La nostra casa nei Sassi si prepara ad accogliere mamme e bimbi a lavoro! Il Co-working delle mamme nasce con l’intento di aiutare le mamme, fuori dal mercato del lavoro a re-inserirsi, lavorando assieme in un ambiente confortevole e in cui ci sia spazio anche per i propri figli. L’obiettivo è creare una community al femminile che sappia rimettersi in gioco, in maniera collaborativa, realizzando forme di autoimpiego che promuovano la flessibilità, la creatività e il guadagno. Casa Netural aiuterà le mamme a focalizzare obiettivi lavorativi, ambiti di lavoro e piani economici. Sosterrà le iniziative nate nel Co-working delle mamme attraverso la creazione di un network di partner, potenziali clienti e comunicazione attorno ai progetti. Coordinatrici del progetto: Paola Andrisani e Mariella Stella Partiremo con una giornata di co-progettazione dello spazio per mamme e bimbi Giovedì 9 ottobre dalle 9.30 alle 12,30. La partecipazione alla co-progettazione è gratuita. Per diventare lavorare nel nostro co-working basterà associarsi a Casa Netural, pagando 50 euro all’anno. Per partecipare: scrivete a casa@benetural.com Partner dell’iniziativa: Associazione MOM – Mamme materane all’opera

sCAMBIAMOci: continua la SPERIMENTAZIONE di Impact Hub Bari e Casa Netural

Dal mese di novembre 2013 Impact Hub Bari e Casa Netural hanno avviato sCAMBIAMOci: un modo efficace per accorciare le distanze tra i membri delle due realtà di co-working, ma soprattutto per favorire la sperimentazione di nuove reti per lo sviluppo di progetti di innovazione sociale. Il primo mese è stato pieno di suggestioni e scambi interessanti, e ha portato con sé nuovi progetti condivisi.

1471194_360709667399499_1106827625_n

(altro…)

RIFIUTI/RIUSI->A/R

RI-Netural continua con i suoi appuntamenti dedicati alla sostenibilità e a marzo si parla di rifiuti e del loro riuso!

image

Con la Festa dello scambio abbiamo dato inizio con la comunità al dialogo sul tema del baratto come forma di “shopping sostenibile”, con il Laboratorio contaminato di riuso abbiamo dato nuova vita agli oggetti ed ora Casa Netural vi presenta in un talk due interessanti realtà lucane che ispireranno nuove visioni sul tema dei rifiuti!

RI-Netural questa volta ospiterà Francesco Piero Paolicelli della società Apposta, che ha realizzato il sito e l’applicazione Matera Pulita, una brillante piattaforma tecnologica per migliorare la gestione dei rifiuti sul nostro territorio, favorendo la collaborazione cittadini – amministrazione.

image

Durante la serata apprenderemo come funziona il sito Matera Pulita, scopriremo da dove nasce questa ambiziosa idea e quali saranno i prossimi passi.

Nell’incontro di giovedì scopriremo come sarà facile mappare i rifiuti ma sarà bello anche ascoltare l’esperienza di chi si occupa ormai da anni di una ricerca sistematica e proficua degli scarti e della loro trasformazione in oggetti inediti, installazioni, scenografie e tanto altro.

A parlarci di riuso ci sarà Rossana Cafarelli de La luna al guinzaglio che del processo che va dalla mappatura degli scarti di azienda alla loro trasformazione in nuovi manufatti ha fatto la sua bandiera, creando a Potenza nel 2008 il Salone dei Rifiutati, Centro di Educazione Ambientale e officina creativa.

image

Della luna al guinzaglio ci ha colpiti molto l’attitudine a far rientrare gli oggetti rotti in un sistema fatto di persone, relazioni e tanta poesia legata a quello che l’oggetto è stato e a quello che diventerà.

Siamo entusiasti di ospitare Piero e Rossana, non vediamo l’ora di saperne di più sulle loro attività e capire come essere parte attiva di questi processi di miglioramento nella gestione di spazi e relazioni.

Il talk sarà accompagnato da un aperitivo offerto grazie al sostegno di Antonio e Carmela del mercato centrale di Matera, Luigi di Antico Forno, Alfonso del Caseificio Maggiore.
A Casa Netural ci piace creare collaborazioni con i commercianti locali, conoscere le loro storie e curiosità, siamo davvero entusiasti di avere anche loro nella nostra comunità.

IMPORTANTE: Non dimenticate di registrarvi su rinetural3.eventbrite.com, i posti sono limitati!
L’ingresso (comprensivo di aperitivo) è a pagamento: 4 euro – sconto del 30% per gli associati (3 euro).

RIFIUTI/RIUSI – A/R
Giovedì 7 marzo h. 20:00 – 22:30
@ Casa Netural – Via recinto Annunziata Vecchia 15 / Piazza Duomo – Matera
Contatti:
e: casa@benetural.com
fb: casa netural
t: +39 0835 044681
mob: +39 320 3929330
web: www.benetural.com

marzo 3rd, 2013|Categories: Ri-Netural|Tags: , , , , , , , , , |Commenti disabilitati su RIFIUTI/RIUSI->A/R

Il mega laboratorio Ri-scosse !

La rete si allarga, e l’energia si propaga. Ri-scosse è un immenso laboratorio, dal 22 febbraio al 9 marzo 2013, per persone che hanno sete di  creatività e innovazione, sviluppato in 3 moduli e composto da una serie di workshop che permetteranno di sviluppare competenze e acquisire nuove metodologie nel percorso di creazione d’impresa.

image

Impresa?

Impresa eroica prima di tutto, perchè crediamo che da li sempre si debba partire, grandi obiettivi e grande coraggio, utilizzando i nostri migliori super poteri, e poi impresa sociale. Tutto il resto è già passato!
Le associazioni Centro Play e Link di Altamura, ci hanno invitato a raccontare la nostra esperienza in terra lucana come motore e strumento per lo sviluppo territoriale e noi, ora, invitiamo voi a partecipare a quest’ avventura formativa unica!
Ri-scosse vuole accompagnare nell’ elaborazione di idee  e fornirà strumenti innovativi per realizzarle.

Come lo facciamo?

Attivando, mettendo in relazione e portando da tutta Europa e pure dagli Stati Uniti grandi esperienze da condividere!
E vi vogliamo sorprendere dicendo che tutto questo è gratuito! Già! A pagare è il nuovo programma della Regione Puglia > Laboratori dal Basso!  

I temi del mega laboratorio?

-Creatività
-Co-working
-Intercomprensione
-Crowd funding
-Consumo collaborativo
Punk marketing

Ma cosa succederà di preciso?

Il primo modulo  si concentrerà sui processi della creatività, stimolando i partecipanti ad una analisi non convenzionale dei problemi e ad una approccio creativo alla soluzione degli stessi. Il secondo modulo sarà dedicato alle risorse: trovata una buona idea, i partecipanti si concentreranno su alcune modalità per trasformare la loro idea in progetti concreti; a questo scopo nel secondo week-end i formatori forniranno strumenti utili come il co-working, il crowdfunding e l’intercomprensione linguistica come alcuni dei possibili approcci innovativi alla messa in pratica delle proprie idee. Infine, il terzo modulo sarà dedicato all’incontro con due creativi ed esperti di marketing di fama mondiale come Richard Laermer e Mark Simmons, i quali condurranno due laboratori paralleli sul tema della creatività.

Il programma dettagliato?

Lo trovate qui!  

Quando? e Dove?

dal 22 febbraio al 9 marzo 2013
presso Hub Bari – Fiera del Levante
Viale Volga, pad.129

La partecipazione ai  workshop è gratuita

Per partecipare?

Iscrivetevi! ri.scosse@gmail

www.riscosse.wordpress.com
facebook: ri-scosse

Ritornano le Chiacchiere di Casa Netural!

Ci siamo lasciati a dicembre con le Chiacchiere raccontandoci quali sono i tre strumenti che porteremmo con noi per sopravvivere su un’ isola deserta, isola che abbiamo immaginato comunque super tecnologica seppur senza persone.

image

Risultati svariati che hanno messo in risalto l’importanza dell’essere ormai collegati ai nostri amici e anche la voglia di raccontare l’esperienza.

Ora con l’anno nuovo, Chiacchiere nuove e abbiamo deciso di cominciare con una bella serata attorno a un tavolo!

image

Giovedì 31 gennaio alle ore 2030, ognuno porta un piatto che più gli piace e lo mettiamo sulla tavola per gustarlo, condividendolo!

Poi aggiungiamo gli ingredienti che abbiamo “collezionato” finora e che già girano in rete in maniera libera tra i partecipanti delle passate “edizioni”: il progetto Perdersi e Coltivare lo spazio e cerchiamo di capire come ben amalgamarli al cibo della tavola e a questa community.

Infatti per chi non lo sapesse una parte delle Chiacchiere viene dedicata alla progettazione partecipata incontrando i “sogni” del gruppo.

La ciliegina sulla torta questa volta sarà che approfitteremo della cena anche per comunicarvi in maniera chiara, con esempi pratici, le potenzialità di Casa Netural come luogo di lavoro collaborativo, ma soprattutto ascoltare le vostre domande.

Allora che ne dite? Per quanti apparecchiamo?
Registratevi qui! 
 

Per partecipare alle Chiacchiere e alle attività di Casa Netural è necessario associarsi! Tutte le informazioni qui!
gennaio 28th, 2013|Categories: Le Chiacchiere|Tags: , , , , , |Commenti disabilitati su Ritornano le Chiacchiere di Casa Netural!

Uno spazio collaborativo per quelli che fanno il cambiamento, a Matera!

di Andrea Paoletti

Credete che la collaborazione possa cambiare il mondo?

A inizio 2013 su tutti i giornali è esplosa la notizia dei co-working, spazi ufficio in condivisione nelle grandi città per battere la crisi! Questo perchè il Comune di Milano sta per creare un elenco di spazi di co-working qualificato e un bando per l’erogazione di un contributo economico di 200.000 euro a favore di giovani coworkers.

Normalmente scrivo in inglese di questo argomento su Shareable ma credo sia arrivato il momento di passare all’italiano anche per spiegare perchè Casa Netural più che un co-working è uno spazio di collaborazione!

image

Sono un osservatore curioso, un networker e architetto e questo è il motivo per cui ho iniziato a disegnare spazi collaborativi. Dopo aver lavorato per alcuni anni per studi internazionali mi sono sentito troppo limitato all’interno di quegli ambienti. Poco spazio per esprimermi, troppi limiti a idee possibili. La mia storia è fatta di pura serendipità (vocabolo che adoro!). Durante la stesura di un concept per un cliente privato, ero alla ricerca di alcune informazioni in un libro che si chiama World Changing e mi ritrovai di fronte a un capitolo che parlava di The Hub, un tipo diverso di co-working. Stavano aprendo uno spazio a Milano e li contattai. Mi invitarono a far parte del processo di co-creazione che mi diede l’opportunità di condividere, imparare e sperimentare nuove idee su come progettare un ambiente collaborativo.

Quello che imparai è che The hub non è semplicemente uno spazio di “coworking”, perché non si tratta solo di un ufficio condiviso con tavoli e computer, ma è uno spazio collaborativo che cerca di unire e coinvolgere le persone e le loro idee. Dove per aprirsi al cambiamento ogni persona deve lasciarsi alle spalle tutte le regole apprese fino a quel momento e prendere nelle sue mani il potere di scelta e la libertà che gli competono per creare quello che più desidera. E questo è possibile unendo spazio e persone insieme.

image

C’è bisogno di spingere le persone a diventare attive e di incoraggiarle ad ottenere risposte creative. Gli utenti devono ri-appropriarsi dello spazio attraverso la conversazione. Conversazioni con significato. Attraverso questo processo, lo spazio potrà generare una comunità, mescolando i confini che separano i diversi tipi di utenti e facendo perno su queste differenze per creare risultati unici. Uno spazio collaborativo ha il potere di innovare proprio attraverso la collaborazione.

Su Vita ho letto che “fare un lavoro che abbia un forte impatto ambientale e sociale rimane la priorità dei giovani che si affacciano sul mercato del lavoro americano.” E in Basilicata? Inoltre c’è scritto “Gli imprenditori sociali non possono cambiare il mondo da soli. Hanno bisogno di direttori dello sviluppo, esperti della comunicazione, volontari e sostenitori.” Vogliamo costruirla questa squadra?

Ho lavorato in diversi contesti culturali e testato cose da diversi punti di vista. Ho imparato che, anche se lavoriamo in un ambiente collaborativo, non significa necessariamente che stiamo lavorando insieme. La collaborazione può essere insita nell’attitudine di una persona, ma la maggior parte delle volte non lo è. La collaborazione è il momento magico in cui facciamo un passo al di là delle nostre esigenze individuali (guadagno economico, raggiungimento di un obiettivo, far parte di qualcosa, ecc) per co-creare e aiutare a realizzare un valore condiviso che assume una importanza maggiore. E’ importante per questo incoraggiare uno spazio di apprendimento e coinvolgere gli utenti in tutti gli aspetti della sua creazione.

Per questo motivo mi sono trasferito in Basilicata. Per iniziare a co-creare il primo spazio di collaborazione per l’innovazione sociale, Casa Netural, in un contesto molto interessante, dal mio punto di vista pieno di fascino e opportunità, pieno di contraddizioni culturali e paesaggistiche. E con un gruppo di partecipanti stiamo sperimentando di portare questo modello di business in Basilicata affinchè diventi prototipo per diversi territori provinciali e rurali con caratteristiche simili.

image

L’obiettivo è quello di generare nuove possibilità creative per la popolazione della regione cercando di connetterla con il mondo, ma come si fa? Matera (città da cui siamo partiti) può diventare un nodo locale per catalizzare il cambiamento, incoraggiando le persone verso nuovi modi di fare le cose. Il cuore del progetto è quello di connettere le persone a livello locale e a livello globale che condividono la stessa voglia di fare la differenza. I modelli, progetti locali di cambiamento che sono raggruppati e resi visibili qui possono essere diffusi in altre città e continenti grazie a rapporti tra vari spazi collaborativi simili e la rete trans-locale dei membri. Mettendo in moto delle cose possono succedere improbabili collegamenti, queste relazioni e reti hanno una forza enorme nel ridisegnare il modo in cui vengono progettate e realizzate le cose nella società.

Alex Giordano in un bell’articolo ci racconta come “La condivisione non è solo una strategia intelligente, è necessaria per la nostra sopravvivenza come specie.” E ci regala in free download (al prezzo di un semplice tweet) la traduzione italiana di “Share or Die” (Condividi o Muori).

In un ambiente di condivisione lo spazio aiuta a rendere reale l’ impatto offrendo un mix unico di infrastruttura, connessione, educazione, incubazione e ispirazione. Svolge un ruolo attivo nel lavorare con persone che vogliono trasformare le loro idee da pura immaginazione a azione con impatto. Chiunque è interessato a far parte di questo spazio di collaborazione ha idee che portano a soluzioni significative per sfide sociali, economiche ed ecologiche. Il cuore del progetto sta nella condivisione degli stessi valori: la fiducia, la collaborazione e il coraggio.

image

Questo è il momento affinchè le persone comincino a lavorare insieme, andando oltre le divisioni artificiali, per migliorare una realtà condivisa. Le buone collaborazioni nascono da un clima di rispetto reciproco, apertura mentale, e la volontà e la capacità di lavorare insieme. Dobbiamo adottare la collaborazione non solo come utilità, ma come parte integrante del processo. Con la consapevolezza che una comunità interdisciplinare di persone di talento e di fiducia, con background diversi, è in grado di creare grandi progetti per la comunità locale e anche per il mondo.

Oltre a singoli individui anche le aziende stesse stanno capendo quanto lavorare in spazi di collaborazione sia utile, approfondite qui.

Questo è il motivo per cui vogliamo che la mente e le mani delle persone siano coinvolti nel processo, per costruire uno spazio che incarni la visione della comunità! Per noi è importante il motto “learn by doing” (imparare facendo)!
L’abbiamo già fatto in passato e lo faremo ancora, inviteremo la comunità a partecipare attivamente a sessioni di co-creazione, e usare la ricca diversità di idee e prospettive. Insieme daremo vita a identità, usi e personalità unici per lo spazio.

image

La facilitazione di questi momenti si chiama ‘co-creazione’, un processo che esplora un insieme di idee imprevedibili e sorprendenti e che aiuta a ripensare lo spazio rispondendo alle esigenze della comunità. E’ molto eeficace perchè crea un senso di appartenenza e rimane sempre aperto a nuovi suggerimenti.

Mi piace l’idea che lo spazio non sia solo un contenitore in cui mettere degli oggetti. Vogliamo coinvolgervi ad agire nello spazio e incoraggiarvi a trovare risposte creative. Qualcosa di veramente straordinario!

E’ un’avventura, non sapremo cosa lo spazio diventerà alla fine del processo perchè siamo concentrati sul viaggio e non sull’immagine finale.

Il vostro ruolo è fondamentale, la creazione incrociata renderà lo spazio più umano, spontaneo e flessibile, e questo renderà le persone più creative e promuovendo discussioni che avranno un ruolo essenziale nel processo di sviluppo, abbatteremo muri e stimoleremo la collaborazione. 

Questo è il momento per Casa Netural per cominciare sul serio!

Facciamolo!


gennaio 15th, 2013|Categories: Casa Netural|Tags: , , , , , , , , , , , , |Commenti disabilitati su Uno spazio collaborativo per quelli che fanno il cambiamento, a Matera!

Le Chiacchiere di Casa Netural

Le Chiacchiere di Casa Netural sono momenti di incontro periodici della comunità che ruota intorno alla Casa, in cui ci si racconta ma soprattutto si condividono sogni, progetti e competenze, mettendole al servizio degli altri in un rapporto di mutuo scambio che porta sempre alla nascita di cose nuove da portare avanti insieme.

Da quando abbiamo inaugurato le Chiacchiere di Casa Netural la comunità cresce di giorno in giorno. Abbiamo quasi raggiunto le 30 persone: grafici, informatici, funzionari della PA, life coach, musicisti, architetti, disoccupati, curiosi, casalinghe, mamme sprint, studenti, sognatori, sono solo alcuni degli ingredienti vitali che compongono le Chiacchiere di Casa Netural. Poi c’è la collaborazione, i progetti condivisi, la squadra e la fiducia che fanno dei nostri appuntamenti un’occasione per dare tanto a sè e agli altri e per crescere davvero insieme.

Di seguito il post di Andrea Stella che ci racconta l’ultimo incontro della comunità di Casa Netural, buona lettura! Vi aspettiamo!

Mi è stato chiesto di scrivere un post sull’incontro di giovedì 8 dentro la “casa”. Forse i miei tempi mal si conciliano con la velocità del mezzo… ma tendenzialmente quando vivo esperienze nuove le lascio sedimentare un po’ dentro di me e aspetto di sentire quali tracce hanno lasciato.
Venire lì è stato un tuffo in un sano ottimismo, in cui si respira voglia di fare e di non piangersi addosso.
La prima cosa che Mariella ha detto è stata “qui vige un’unica regola: non ci si può lamentare”. Lì per lì la cosa mi ha lasciato un po’ perplesso… un luogo dove è vietato lamentarsi! mmmm, sarò finito nell’ennesimo luogo vagamente new age e filo berlusconiano in cui regna un falso ottimismo ostentato? Beh guardare i visi, sentire i vissuti di ciascuno, ascoltare il racconto dei propri sogni, progettarne insieme la realizzazione.. ho cambiato idea istantaneamente.
E’ stato bello mettere insieme i nostri racconti, i nostri progetti e trovare il denominatore comune per la costruzione di un’idea condivisa.
Ho respirato concretezza e voglia fare. E’ stato bello “Perdersi” nel nostro progetto di turismo “diverso”, mi ha fatto “ritrovare” la voglia di fare cose nuove con altri, ma non poteva andare diversamente vista la presenza di ben 3 Andrea 😉 . Si realizzerà? Non lo so ancora ma certo mi piace come è cominciato.
Bello condividere l’idea del couchsurfing, della condivisione, di uno stile diverso di vita.
Bello il progetto di Mimì & C. degli orti urbani (mi sono messo a riconcerrerne le tracce spiando video vari su youtube).
Insomma che dire: non vedo l’ora di tornarci!
Grazie CASA. Grazie!


novembre 22nd, 2012|Categories: Le Chiacchiere|Tags: , , , , |Commenti disabilitati su Le Chiacchiere di Casa Netural

Inizia una nuova ERA!

Abbiamo sempre detto che Casa Netural crea opportunità per far incontrare persone, mettere in rete idee per poi trasformarle in progetti (con impatto positivo sul territorio!). Avete mai sentito parlare del modello che descrive la Silicon Valley come una Rainforest? Una foresta pluviale in cui non contano i singoli ingredienti (tra i tanti: investitori, startupper, legislazione) ma il modo in cui vengono mixati! Un ecosistema in cui vince chi riesce ad azzerare i costi di transazione perché “Rainforests depend on people who actively bridge social distances and connect disparate parties together”.

Casa Netural vuole diventare un punto di riferimento per una community attiva, che fa, e che vuole cambiare le regole non per fare una semplice rivoluzione ma perchè abbiamo bisogno di nuove visioni! Diventando punto di riferimento iniziamo anche ad avere “abitanti” che fanno richieste di collaborazioni pratiche, precise per progetti che stanno partendo o che hanno l’intenzione di portare avanti!

Oggi quindi vi segnaliamo una offerta di lavoro in pieno stile Casa Netural:

Sei lucano?

Sei un grafico abile nello stile illustrato e disegnato?

Hai voglia di iniziare un nuovo progetto?

Bene!

Sei proprio la persona che cercavo:

un grafico/a che possa creare con me l’immagine coordinata della piccola attività ricettiva che sto per aprire nei Sassi.

Mi piacerebbe uno stile giovanile ma che riesca a trasferire i concetti di accoglienza e sostenibilità.

Se sei interessato scrivi e invia immagini del tuo portfoliooppure un link al tuo sito a casa@benetural.com con oggetto “offerta collaborazione / grafico”!

Inoltre ci è arrivata la richiesta per coinvolgere
uno sviluppatore in un progetto per una App di annunci vendita di
oggetti in modalità rapida e facile, scattando foto con uno smartphone e inviandole a un database.
Se volete più informazioni scrivete sempre a casa@benetural.com con oggetto “offerta collaborazione / app annunci”!
Forza! E’ iniziata una nuova Era! E NOI tutti insieme ne facciamo parte!
novembre 14th, 2012|Categories: Casa Netural|Tags: , , , , , , , , , , , |Commenti disabilitati su Inizia una nuova ERA!