U Paràt - L'installazione vivente di Mammamiaaa a Matera

U Paràt - L'installazione vivente di Mammamiaaa a Matera

Home/Casa Netural, Comatera2019, Mammamiaaa/U Paràt - L'installazione vivente di Mammamiaaa a Matera

U Paràt - L'installazione vivente di Mammamiaaa a Matera

Con la posa delle prime dieci mattonelle sono partiti il 31 marzo i lavori per “ U Paràt ”, la grande installazione muraria del progetto Mammamiaaa, coprodotto da Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Casa Netural.

L’installazione, nel cuore di Matera, e più precisamente sul Belvedere Luigi Guerricchio, rappresenta la memoria analogica del progetto, e racconta alcune delle ricette di famiglia raccolte da Mammamiaaa in tutta Europa.

U Paràt di Mammamiaaa - Matera 2019

Mammamiaaa infatti celebra il cibo e le relazioni con cui le persone lo producono, consumano, e conservano nella loro vita quotidiana. Migliaia di pranzi, cene, merende sono stati realizzati in tutta Europa in uno spirito di autentica convivialità, in cui mamme, papà, zii, cugini, nonni hanno condiviso storie di cibo e di famiglia.

All’evento inaugurale, propiziato da una bellissima giornata di sole, hanno partecipato attivamente cittadini temporanei e residenti, allietati dalla performance musicale dello U’ Jettabbann Rino Locantore. Presente anche Ariane Bieou, cultural manager della Fondazione Matera-Basilicata 2019.

Durante la giornata sono state posate su una parete del belvedere le prime dieci mattonelle dedicate alle prime dieci ricette raccolte, e su un’altra parete una selezione di piante. “U Paràt” è infatti una “installazione vivente” composta da due parti: una parete su cui saranno posate mattonelle maiolicate per ricordare i partecipanti di Mammamiaaa e una parete con una selezione delle piante utilizzate nelle varie ricette condivise.

L’ installazione vede la direzione artistica di Petra Tikulin e Stefano Mirti, designer di fama internazionale, mentre le grafiche sono curate da Nuphap Aunyanuphap. Le mattonelle di ceramica maiolicate sono realizzate dal designer Giovanni Diele, attivo a Matera con lo studio laboratorio Terraferma Ceramica.
La scelta delle piante e la loro cura gestite dall’Associazione Agrinetural.

In un mondo in cui il cibo diventa prodotto, il progetto vuole ricordare che il cibo non è solo qualcosa da consumare, ma in prima istanza luogo di relazioni umane.

Le due pareti saranno completate nelle settimane successive con nuove mattonelle e piante, e l’installazione sarà aperta al pubblico fino alla fine del 2019.

Ma non finisce qua, dopo la realizzazione di “U Parat”, sono previsti altri due grandi eventi: a maggio l’inaugurazione del giardino di Mammamiaaa, ricettario vivente che sorgerà nell’orto urbano Agoragri, in viale Italia, e a settembre una grandissima cena collettiva che radunerà a Matera da tutta Europa i vari partecipanti.

 

\\

Mammamiaaa celebra il cibo e le relazioni con cui le comunità lo consumano, producono e preservano nella loro vita quotidiana. Racconta di connessioni con i territori e crea un ponte tra le generazioni. www.mammamiaaa.it
Mammamiaaa è un progetto di Matera 2019, Capitale Europea della Cultura, coprodotto da Casa Netural e Fondazione Matera Basilicata 2019 e in collaborazione con John Thackara e IdLab.
Partner di Mammamiaaa sono Alce Nero, azienda di agricoltori, apicoltori e trasformatori impegnati nella produzione biologica, e SUPER Scuola Superiore d’arte applicata del Castello Sforzesco.

 

Leave A Comment

Compila l\'espressione prima di inviare: *