Incubatore Netural: il progetto di Compagnia Teatrale Petra

Home/Casa Netural, Incubatore Netural/Incubatore Netural: il progetto di Compagnia Teatrale Petra

Incubatore Netural: il progetto di Compagnia Teatrale Petra

Quando si vuole sviluppare un progetto in modo concreto, occorre analizzare bene tutta l’idea con uno sguardo imparziale, in modo da avere chiare le varie criticità e delineare in modo efficace degli step da seguire, soprattutto quando si parla di imprese culturali, che spesso hanno una struttura molto complessa.

Proprio per questo motivo Antonella e Stefania della Compagnia Teatrale Petra hanno deciso di partecipare all’Incubatore Netural per sviluppare la loro idea. Ecco l’intervista sul loro percorso di incubazione.

incubatore netural compagnia teatrale petra


Ciao ragazze, ci raccontate chi siete?

“Ciao, siamo Antonella Iallorenzi e Stefania Sagarese della Compagnia Teatrale Petra. Una compagnia di teatro nata nel 2011 con sede a Satriano di Lucania e ci occupiamo di produzione, formazione e teatro sociale. Petra nasce da una lunga esperienza in ambito teatrale maturata nel corso degli anni fuori dai confini regionali ma con la voglia di dare vita in terra lucana ad un progetto libero a livello creativo.
Io, Antonella, sono attrice e formatrice teatrale nonché co-fondatrice della compagnia insieme ad Angelo Piccinni, e mi occupo della direzione artistica della compagnia e di progetti teatrali, con particolare attenzione per quelli di carattere sociale.
Stefania, invece è un grafico specializzato in eventi artistici e culturali e si occupa della segreteria e della comunicazione della compagnia.”

Perché avete deciso di partecipare all’Incubatore Netural? Quale progetto state sviluppando?
“Quando si lavora ad un progetto complesso si ha bisogno di una consulenza esterna per poterlo sviluppare al meglio, per avere più chiari i punti di forza e quelli di debolezza. Avevamo bisogno di una marcia in più in questo momento per dare il via al nostro progetto, e sapevamo che con Casa Netural potevamo raggiungere un risultato, ci fidavamo della vostra professionalità grazie anche ai rapporti pregressi.

Il progetto che stiamo sviluppando è legato alla produzione di tre spettacoli teatrali, da sviluppare da qui ai prossimi anni, associati a tre diverse fasi di crescita del bambino (dall’infanzia all’adolescenza) con un fil rouge tematico, quello del limite (tema a noi caro) affrontato sotto diverse accezioni.”

Raccontateci il vostro percorso di tre giorni. Cosa avete fatto?
“Sono stati tre giorni intensi che ci hanno aiutato a chiarire le diverse fasi del progetto, con un obiettivo e un monitoraggio concreto, e ci hanno preparato alla sua prima vera ‘uscita’.
Il primo giorno abbiamo presentato la nostra idea e analizzato la nostra posizione, il secondo siamo entrati nel merito del progetto con le azioni da realizzare, l’ultimo giorno abbiamo messo giù una bozza di presentazione dell’idea progettuale utile agli incontri con i partner da coinvolgere.”

Cosa farete adesso? quali saranno i vostri prossimi passi?
“Uscite da Casa Netural ci siamo messe subito all’opera. Abbiamo realizzato una prima presentazione destinata ai partner visto l’imminente incontro con un centro di produzione.
Il prossimo passo sarà quello di elaborare una presentazione definitiva a livello grafico per l’appuntamento che ci attende con la casa editrice alla quale chiedere i diritti. Se tutto procederà come previsto, secondo cronoprogramma, nel 2019 ci doteremo di una nuova produzione.”

L’Incubatore Netural non si paga in denaro, ma con uno scambio. Voi cosa proporrete in cambio del percorso svolto?
“Come scambio per il percorso svolto, in quanto compagnia teatrale, vogliamo condividere con la community di Casa Netural uno spettacolo-degustazione dei sapori e dei saperi lucani. Il nostro “#tabula DOT | Degustazione di Origine Teatrale“, un percorso sensoriale durante il quale lo spettatore-commensale è condotto alla scoperta delle origini, del cammino e delle peculiarità di cinque prodotti a marchio della Basilicata, ogni prodotto assaporato a suo tempo, uno per volta, sotto l’attenta guida narrante di un’attrice.”

Due parole che vi vengono in mente per descrivere l’incubatore Netural..
“Energia e professionalità.”

Un altro progetto incubato quindi per l’Incubatore di Casa Netural, che si somma ai molti altri sviluppati nel corso degli anni. Per scoprire gli altri progetti incubati è possibile leggere gli articoli sul blog http://www.benetural.com/it_IT/category/incubatore-netural/ o visitare la sezione dedicata sul sito dell’Incubatore http://www.benetural.com/incubatore/progetti-incubati/

Per sviluppare il proprio progetto o la propria idea imprenditoriale occorre compilare il form sul sito http://www.benetural.com/incubatore/come-partecipare/
Partecipate e realizzate con noi il vostro progetto, la porta è aperta! 

\\

L’incubatore Netural (http://www.benetural.com/incubatore) è l’evoluzione del precedente incubatore di sogni.
Da sempre, infatti, Casa Netural offre vari strumenti per dare forma ai propri sogni; dal 2014 ha permesso lo sviluppo e la sperimentazione di 26 progetti di impresa.
Adesso grazie al sostegno di Funder 35Fondazione con il Sud, e alla partnership con Idlab, studio di design strategico, il progetto è stato potenziato evolvendo nell’Incubatore Netural, per aiutare a prototipare idee culturali e creative in cambio di competenze, servizi e attività.

aprile 5th, 2018|Categories: Casa Netural, Incubatore Netural|0 Comments

Leave A Comment

Compila l\'espressione prima di inviare: *